Impianti di distribuzione dell’energia elettrica


Il Team di Ingegneria e Dintorni è pronto a dare consulenza, progettazione ed assistenza al cliente privato e pubblico per la progettazione di impianti elettrici, industriali, residenziali, ospedalieri, automazione ed illuminazione pubblica, impianti fotovoltaici.

  • Progettazione d'impianti elettrici nei luoghi con pericolo di esplosione (CEI31-30)
  • Progettazione d'impianti elettrici in ambienti particolari (CEI 64-8/7)
  • Progettazione d'impianti elettrici Civili, industriali ed automazione
  • Progettazione d'impianti presso caserme, aeroporti, scuole, enti pubblici
  • Progettazione d'impianti per palestre e centri sportivi
  • Stato d'avanzamento dei lavori
  • Contabilità di cantiere, analisi costi ed acquisti
  • Progettazione d'impianti di illuminazione pubblica stradale
  • Computi metrici estimativi, preventivazione

Il nostro Team è rappresentato da un gruppo di professionisti che svolgono l’attività di progettazione elettrica e meccanica ad ampio raggio.

 

Di seguito una breve illustrazione del settore elettrico:

 

Normalmente per impianti elettrici si considerano gli impianti di bassa tensione (BT), mentre per gli impianti di media (MT) e alta tensione (AT) si preferisce parlare di reti elettriche os istemi elettrici vista la maggiore complessità sia degli apparati tecnologici, sia degli studi e dei calcoli necessari.

 

Normalmente gli impianti elettrici di bassa tensione per l'alimentazione delle abitazioni comuni sono dimensionati su una potenza massima di circa 3 kW, salvo diverse richieste da parte dell'utente.

Per la progettazione degli impianti elettrici sin dal 1990 era in vigore in Italia la Legge 46/90 ora sostituita dal D.M. 37 del 22 gennaio 2008 (G. U. n. 61 del 12/03/2008) e dal DL 25 giugno 2008 n 112, "Regolamento concernente l'attuazione dell'articolo 11, comma 13, lettera a) della legge n. 248 del 2 dicembre 2005, recante riordino delle disposizioni in materia di attività di installazione degli impianti all'interno degli edifici"; questo stabilisce quali siano i soggetti abilitati a progettare e realizzare le principali tipologie di impianti relativi a tutti gli edifici e a quali obblighi e prescrizioni debbano attenersi tali soggetti.

 

Fondamentale nella progettazione di spa, realizzazione e collaudo di un impianto elettrico sono le norme del Comitato Elettrotecnico Italiano (CEI), gli impianti elettrici in bassa tensione alimentati da un ente elettrocommerciale devono comprendere un impianto di messa a terra (sistema TT) in quanto necessario per la protezione dai contatti indiretti.

 

Negli impianti elettrici possono verificarsi guasti e malfunzionamenti, come ad esempio cortocircuiti, sovraccarichi, dispersioni.

 

Per evitare che questi eventi producano danni alle persone o alle cose devono essere installati appositi apparecchi di protezione, quali: 

 

interruttori magnetotermici 

(detti anche genericamente automatici), in alternativa devono essere usati sia il fusibile sia l'interruttore termico

interruttori differenziali 

(popolarmente ed erroneamente noti come salvavita).

 

Queste protezioni sono molto utili anche a prevenire l'innesco di incendi e la folgorazione delle persone a causa di contatto indiretto o contatto diretto con parti in tensione.

 

Inoltre l'impianto deve essere completato con un impianto di terra.